Log in
Davide Micheletti

Davide Micheletti

Mi identifico e mi interfaccio spesso e volentieri con le piccole realtà artigianali, mi piace metterne in luce le radici e promuoverne i  saldi valori “naturali” che le caratterizzano. Caparbi gesti  a molti sconosciuti, tenuti in vita da taluni produttori che ne contemplano il significato e ne hanno memoria storica.

Spesso per la comprensione del mondo vitivinicolo mi ritrovo a studiar libri di storia, enologia e geologia. Nasce da qui la mia profonda passione innata, scrivo spontaneamente sull’onda delle emozioni.

Davide Gangi ha creduto in me e mi ha dato questa enorme possibilità, per questo gli sarò sempre profondamente grato oltre che onorato. La mia formazione vitivinicola è solo agli inizi ma di certo l’associazione ASPI mi ha formato , attualmente sono direttore di corso e formatore.

Di radici lombarde, nato e cresciuto a Milano proveniente da studi economici , ricerco oggi una dimensione sostenibile e un modo diverso di pensare.

Paolo Laiolo Reginin: la terza generazione fidata dei Marchesi Scarampi

Piemonte, il vasto catino del Monferrato con la sua dinamica e multiforme espressione territoriale. Avvicinandosi all'obiettivo circoscriviamo l'azienda alla provincia d'Asti.  Percorriamo la vecchia statale che conduce alla nuova docg Nizza Monferrato, svoltando, qualche chilometro prima, per il comune di Vinchio. Abbandoniamo la provinciale vinchiese per dirigerci definitivamente nella frazione Noche, residenza esatta dell'azienda Reginin di Paolo Laiolo.

Giuseppe Musina: l'orgoglio d'Orgosolo

<< ...Giorni cheti, consapevol d'esser preludio, d'un moto agricolo concitato, Consacra l'oggi un mesto gesto silenzioso, L'adusta corazza d'una alida mandorla , sfaldasi, sotto il secco colpo deciso, Così tende al frutto il vignaiuol carezzevole di cotanta sofferenza, che, secondo natura, tregua non cede...>>.

Berteru: il sincero di Mamoiada

Il candore con cui ci si stupisce prostrandosi ai piedi del natural anfiteatro raccolto, volto a preservare, è la maestosità di questo massiccio costituito da irte falesie e numerosi altopiani. A volte, purtroppo, con boria e sufficienza qualcuno vi si intrufola con "orme" assai indisciplinate. Vette dal dolce profilo mediterraneo costantemente sferzate dagli agenti marini, le quali nette, spiccano dallo scuro manto collinare vegetale.

Josef: culla ed arca ampelografica

Sin dalle prime righe voglio eviscerar le natural ed attive pratiche aziendali che Luca Francesconi adopera in vigna e cantina, ovviando alle innatural polemiche che a volte posson inutilmente scaturire.
Sottoscrivi questo feed RSS