Log in

Vinitaly: gli studenti in campo grazie alla Regione Puglia e Vinoway

Letto 717 Email
Il Vinitaly è ogni anno occasione di arricchimento, di incontri e di confronto per chi frequenta il mondo del vino per lavoro o come semplice appassionato.

Per noi quest’anno è stato, in più, motivo di orgoglio per l’ottima riuscita del progetto di Vinoway patrocinato dalla Regione Puglia, in collaborazione con l’Istituto Alberghiero “Sandro Pertini” di Brindisi: tre studenti sono stati selezionati dal corpo insegnante per vivere una bellissima esperienza a diretto contatto con operatori esperti del settore, nell’ambito degli eventi organizzati da Vinoway in questa 53° edizione della Fiera.

Emanuele, Simone ed Emanuele, sono “sbarcati” così al Vinitaly, accompagnati da un loro insegnante, il professor Cosimo Leone, e guidati in questa loro esperienza veronese dal presidente di Vinoway, Davide Gangi, e da Antonio Scatigna, giovane enotecnico e sommelier: due tutor d’eccezione che hanno seguito i ragazzi con pazienza e dedizione fin dai primi passi di questo importante percorso.

La formazione, infatti, è iniziata già a scuola con preventivi incontri degli studenti selezionati con noi di Vinoway, necessari per stabilire con loro un rapporto di fiducia e per istruirli sulle tipologie di attività che avrebbero svolto durante la manifestazione. Sono state consegnate loro delle dispense, redatte da Antonio Scatigna sotto l’attenta supervisione di Davide Gangi, contenenti fondamenti di enologia, tecnica di degustazione e servizio, occorrenti per un efficace svolgimento delle rispettive mansioni.

Ognuno di loro, con la propria sensibilità e con il proprio temperamento, ha affrontato questa prima esperienza “sul campo”, spesso cotraddistinta da ritmi faticosi e frenetici, dai quali inizialmente sono rimasti intimoriti, ma che hanno successivamente “aggredito” con tenacia e senso di responsabilità.

Palpabile la loro voglia di imparare, il loro entusiasmo nel cimentarsi in una realtà in cui le parole perdono consistenza e la pratica acquisisce il valore aggiunto dell’esperienza; un entusiasmo e un’emozione con i quali i ragazzi hanno contagiato anche noi adulti e che ci hanno consentito di guardare con i loro occhi ciò che, per abitudine o stanchezza, rischia di apparire appannato davanti ai nostri.

Durante lo stage effettuato da ognuno di loro nello stand delle aziende vinicole che si sono gentilmente prestate all’iniziativa, ho avuto modo di seguire personalmente Emanuele Galluzzi, che mi ha sorpreso per la serietà e la precisione con cui ha seguito tutte le mie indicazioni, per la sua voglia di raccontare se stesso, i suoi sogni, le aspirazioni legate al prossimo futuro, per la  consapevolezza che qualcuno avesse creduto in lui e che dava a lui, di rimando, qualcosa in cui credere, per il pianto in cui si è sciolto di fronte ai nostri complimenti e agli incoraggiamenti.



Se è vero che insegnare è in fondo un atto di ottimismo, grande è la nostra soddisfazione nell’aver instillato in questi ragazzi una maggiore coscienza delle loro potenzialità e delle loro attitudini.

Molto estroverso invece Emanuele Renna, il “gladiatore” del gruppo, propositivo, animato da una grande voglia di fare e determinato nel voler proseguire i suoi studi nel campo dell’enologia, pronto ad emozionarsi quando gli è stata data la possibilità di degustare vini prestigiosi che aveva visto esposti solo sugli scaffali dell’enoteca in cui lavora occasionalmente a Brindisi.



Timido e riservato Simone Dilorenzo, quanto meno in una prima fase di osservazione della nuova situazione, ma letteralmente sbocciato con il passare dei giorni, capace di stupirci con giochi illusionistici, nei quali ha mostrato l’abilità di un consumato prestigiatore.



Tre personalità differenti, accumunate dalla stessa passione, riversata nello svolgimento di tutte le attività giornaliere organizzate da Vinoway, a cominciare dalla presentazione della Vinoway Wine Selection 2019, che si terrà a Castello Monaci i prossimi 7 e 8 Maggio, avvenuta alla presenza del Presidente della Regione Puglia Michele Emiliano e dell’Assessore alle Politiche Agricole Leonardo Di Gioia, nelle  quali i ragazzi si sono cimentati nella preparazione e nell’impiattamento di prodotti tipici regionali e nella mescita del vino.



Il culmine di questa esperienza è coinciso con la consegna agli studenti, visibilmente emozionati, degli attestati di partecipazione da parte del Sottosegretario alle Politiche Agricole Alimentari e Forestali On.Alessandra Pesce, dell’Assessore Leonardo Di Gioia e del Presidente di Vinoway Davide Gangi.



Un’esperienza di alto valore didattico ed educativo che varrà loro come credito formativo, e al tempo stesso un’occasione di crescita personale il cui valore aggiunto è dato dall’aver condiviso un frangente fatto non solo di lavoro, ma di importanti e intensi rapporti umani.

Un ultimo, sentito ringraziamento lo dobbiamo alla Regione Puglia nella persona dell’Assessore Leonardo Di Gioia, per la straordinaria opportunità concessa agli studenti del “Sandro Pertini” e a noi di Vinoway,  per aver creduto nel nostro progetto di valorizzazione delle migliori risorse del nostro territorio, vitivinicole ma soprattutto umane.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.