Locanda Radici di Angelo D’Amico: esperienza culinaria che va oltre il piacere del palato

Scritto da | Pubblicato in a tavola, cibo, recensioni gastronomia Locanda Radici di Angelo D’Amico: esperienza culinaria che va oltre il piacere del palato

Locanda Radici è più di un semplice ristorante, è un progetto che abbraccia la cucina e la cultura, guidato dall’esperienza di Angelo D’Amico, Chef con oltre 25 anni di passione per la cucina. Nato a Vico Equense e cresciuto nel cuore del Sannio, in provincia di Benevento, Angelo si è dedicato a portare i sapori delle radici del Sannio verso il mare e oltre i confini.

In questo territorio ricco di tradizioni agricole, insieme al fratello Giuseppe, Sommelier e responsabile di sala e al loro talentuoso staff, si impegna a offrire un’esperienza culinaria autentica e appagante.

La cucina di sua nonna, conosciuta come “Zì Lucia”, madre di suo padre Lorenzo, è diventata la sua fonte di ispirazione per l’utilizzo di ingredienti semplici ma genuini.

In un mondo che sempre più apprezza la sostenibilità, Locanda Radici si distingue con un impegno verso l’ecosostenibilità, anche grazie agli studi di Giuseppe, il fratello di Angelo. Insieme hanno elaborato un modello analitico che sostiene la filosofia di Angelo in cucina, considerando l’impatto ambientale, il risparmio energetico ed il fattore economico in ogni scelta di ingredienti.

Il progetto non si limita solo al dietro le quinte ma coinvolge anche gli ospiti nella scelta delle portate più o meno eco-sostenibili attraverso semplici simboli accanto ai piatti nel menu, rendendo facile per i clienti contribuire ad un’esperienza culinaria sostenibile.

Sono andato a trovarli diverse volte, ma in questa occasione ho voluto assaggiare le sue nuove creazioni, senza tralasciare il piatto che, per me, giustifica l’intero viaggio: l’uovo croccante con mozzarella di bufala e tartufo nero.

Durante questa esperienza, ho potuto constatare che l’evoluzione culinaria di Angelo D’Amico è in continua crescita, mantenendo sempre un profondo rispetto per la purezza delle materie prime.

Polpetta di seppia lardo di maiale nero, patate e cavolo rosso fermento al misto cotto

Tagliatelle ai grani antichi del Sannio acciughe di Cetara mela annurca e mandorle

Linguine di Gragnano estratto di zuppa di pesce e tartare di gamberi

Cappellacci di mortadella,  zucca gialla, Parmigiano Reggiano e cime di rapa

Pescato nel parco del tamburo, corba rossa del Gargano alla lavanda, zucchine alla scapece  in doppia consistenza e crocchetta di patata e cozze

La qualità della materia prima è considerata un valore indiscutibile, mentre il risparmio energetico e la riduzione delle emissioni di CO2 sono aspetti centrali della filosofia di Angelo. La sostenibilità economica guida l’adozione di metodi di selezione e trasformazione della materia prima, che rispettano rigorosamente i principi dell’ecosostenibilità.

Locanda Radici, premiato da Vinoway durante la Vinoway Selection 2023 come Miglior Ristorante d’Italia 2022, è un luogo dove la passione per la cucina si fonde con l’amore per la tradizione e la sostenibilità.

Il servizio è impeccabile, lasciatevi consigliare e trasportare dal Sommelier Giuseppe D’Amico e scoprirete la sua straordinaria professionalità nel creare perfetti abbinamenti cibo-vino. Carta vini che spazia in tutta Italia e all’estero ma con una particolare attenzione al territorio Sannita.

Un’esperienza culinaria che va oltre il piacere del palato, portando gli ospiti in un viaggio attraverso le radici del Sannio ed il rispetto per l’ambiente.

Tag