VINO: GIU' CONSUMI IN ITALIA, FRANCIA E CINA, IL SETTORE GUARDA ALLA RUSSIA

Letto 1075 Email
VINO: GIU' CONSUMI IN ITALIA, FRANCIA E CINA, IL SETTORE GUARDA ALLA RUSSIA VINO: GIU' CONSUMI IN ITALIA, FRANCIA E CINA, IL SETTORE GUARDA ALLA RUSSIA

Gran Bretagna, Usa e Germania restano mercati consolidati 


 "Con i consumi in calo da decenni in Italia e Francia e la frenata pericolosa della Cina, il mondo del vino guarda con qualche apprensione al proprio futuro, ma al di la' di mercati consolidati come Gran Bretagna, Stati Uniti e Germania, ce n'e' uno, potenzialmente enorme, in costante e solida ascesa: la Russia". Secondo l'ultimo rapporto di 'Wine Intelligence' rilanciato dal sito Winenews.it, che ha studiato i comportamenti dei winelovers di Mosca e San Pietroburgo, con un mercato di circa 6 milioni di consumatori, i russi sono sempre piu' attratti dai vini importati, a scapito delle due bevande tradizionali, vodka e birra. I risultati, rispetto a quelli del 2012, sono a dir poco confortanti: in 2 soli anni la percentuale di chi beve vini importati almeno due volte alla settimana e' passata dal 29% del 2012 al 40% di oggi e, se prima il 62% dei consumatori trovava che il vino fosse troppo caro, adesso e' solo il 51% a pensarla cosi'.

 

fonte: borsaitaliana.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.