Log in

Caporalato: centinaia di migranti sfruttati in condizioni disumane, arresti

Letto 380 Email
La polizia di Latina ha sgominato un'organizzazione criminale dedita allo sfruttamento del lavoro e al caporalato ai danni di centinaia di stranieri impiegati in lavori agricoli in "condizioni disumane".

Tra le persone finite in manette figurano anche un sindacalista e un ispettore del lavoro operanti nella provincia di Latina.

Gli immigrati erano costretti a lavorare dodici ore al giorno e a iscriversi al sindacato.

Il tutto a fronte di una retribuzione inferiore della metà rispetto a quella prevista dal contratto collettivo nazionale e all'ubbidienza di regole disumane senza la garanzia dei più elementari diritti.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.