I primi 10 anni del Museo del vino "Piero e Salvatore Leone de Castris"

Letto 339 Email
Il Museo del vino "Piero e Salvatore Leone de Castris", dedicato dal nipote e figlio Piernicola alla memoria di Piero e Salvatore, due pionieri della vitivinicoltura pugliese, fu inaugurato il 17 ottobre del 2009.

A Piero è riconosciuto un ruolo di innovatore nella gestione dei vigneti e il grande merito di essere stato il primo in Puglia, nel 1925, ad unire alla trasformazione delle uve anche l'imbottigliamento.

Sua, tra le altre, la intuizione di creare il primo rosato italiano nel 1943, data di nascita del Five Roses.

Il figlio Salvatore ha contribuito a sviluppare notevolmente la conoscenza, a livello internazionale, sia dei vini Leone de Castris che di quelli salentini in genere. Presidente per molto tempo della Camera di Commercio di Lecce, unico Presidente meridionale dell'Unione Italiana Vini, ha anche il grande merito di aver creato nel 1954, con il padre Piero, il Rosso Salice, contribuendo in modo determinante alla nascita della DOC Salice Salentino nel 1971.

La struttura si sviluppa all'interno dell'azienda su una superficie di circa 600 mq e propone ai suoi visitatori un unico ed affascinante percorso storico - culturale incentrato sulle tappe fondamentali della storia della Cantina del vino in Puglia. Attraverso foto, vecchie bottiglie e attrezzi agricoli d'epoca si ripercorrono i tre secoli di storia aziendale.

Il Museo del vino "Piero e Salvatore Leone de Castris" è aperto al pubblico su prenotazione dal lunedì al venerdì. Tutte le informazioni si possono trovare sul sito aziendale alla sezione visite. Insieme alla storica cantina, Il Museo è parte integrante delle visite guidate che con l'avvento dell'enoturismo degli ultimi anni, sono diventate ogni anno più numerose.

Il Museo contribuisce fortemente alla mission aziendale che è sempre stata quella di diffondere la cultura del vino a livello nazionale ed internazionale.

Il 29 novembre l'azienda ha festeggiato i primi 10 anni del Museo con una tavola rotonda d'eccezione, che ha visto la partecipazione di istituzioni ed esperti del settore.

Il Dr. Piernicola Leone de Castris ha fatto gli onori di casa e il Dott. Claudio Scamardella, Direttore de "Il Quotidiano di Puglia" ha consotto il dibattito "Le sfide dell'enologia pugliese tra tradizione e innovazione".

Comunicato Stampa Leone de Castris

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.