Assoenologi TV: il ruolo della cooperazione nella ripartenza del vino italiano

Letto 428 Email
La ripartenza del vino italiano nei mercati post Covid è legata anche al ruolo e all'importanza della Cooperazione all’interno dei sistemi distributivi italiani. Nel parleremo venerdì 3 luglio - ore 18 - nel talk show di ASSOENOLOGI TV, in onda sulla pagina Facebook Assoenologi, dal titolo: The Wine Net chiama Italia: il ruolo della cooperazione nella ripartenza del vino italiano.

Al tavolo social si siederanno relatori di primissimo piano, tra cui:

Riccardo Cotarella, presidente di Assoenologi;
Paolo Bernabei, titolare di enoteca e vendita di vini online;
Giuseppe Palmieri, restaurant manager dell'Osteria Francescana;
Alessio Puntel, responsabile dell'agenzia Heart&Vino;
Maura Latini, amministratrice delegata di Coop Italia;
Daniele Accordini, direttore Cantina Valpolicella Negrar e presidente The Wine Net.

Sarà Daniele Cernilli a moderare il tavolo social che avrà una durata di circa 60 minuti, in cui si parlerà, appunto, del ruolo della Cooperazione che, anche in questa fase estremamente complessa per la filiera vitivinicola italiana, ha dimostrato sia la sua capacità di rispondere adeguatamente ai fabbisogni della distribuzione e dei consumatori e ha evidenziato ancora una volta il protagonismo nell’economia di molti territori del nostro Paese. Oggi pertanto si propone ancora una volta come un interlocutore strategico nell’individuazione delle migliori soluzioni al fine di garantire un futuro competitivo al sistema vino Italia.

L'appuntamento è stato reso possibile grazie a The Wine Net, la prima rete nata per unire, valorizzare e promuovere l'eccellenza della Cooperazione vitivinicola italiana. Nata nel 2017, The Wine Net vuole mettere insieme le migliori realtà della cooperazione del vino italiana che sono riuscite a valorizzare al meglio i territori, le denominazioni in cui sono autorevoli protagoniste. A farne parte sono: Cantina Valpolicella Negrar (Veneto), Cantina Produttori di Valdobbiadene - Val D’Oca (Veneto), Cantina Pertinace (Piemonte), Cantina Cooperativa Vignaioli del Morellino di Scansano (Toscana), CVA Canicattì (Sicilia), Cantina Frentana (Abruzzo), La Guardiense (Campania), sette straordinari produttori, rappresentanti dei migliori territori del vino italiani che per la prima volta in Italia, si sono uniti in Rete.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.