Ricerca, ristorazione Post-Covid: per ripresa no all'improvvisazione

Letto 424 Email
Da un'indagine condotta dalla Scuola di Cucina Tessieri del Centro Italia, su oltre 70 persone tra ristoratori, addetti al settore e critici enogastronomici, è emerso che la ristorazione post-covid avrà bisogno di gente professionista che sappia dar spazio all'innovazione e non all'improvvisazione.

Circa il 54% degli intervistati afferma che la cucina che avrà successo sarà quella che si baserà sul territorio, mentre il 31% ritiene che a vincere sia l'essenzialità.

Nella classifica della ristorazione ideale troviamo la professionalità (44%), seguita dall'accoglienza (29%), dalla gestione del marketing e dalla comunicazione digitale (23%).

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.