Alla scoperta dei Vini del Cilento: Fiano e Aglianicone in primis

Quando sentiamo parlare di Cilento la mente corre alle spiagge bandiera blu, all’ olio dai potenti sentori erbacei e agli straordinari prodotti agricoli e del mare che qui, nella patria della dieta mediterranea, trovano albergo da secoli, eppure il Cilento è anche una terra vocata per la vitivicoltura che, negli ultimi decenni, ha visto il moltiplicarsi di aziende, per lo più di piccole dimensioni, capaci di valorizzare, tra gli altri, vitigni autoctoni di grande pregio per abbinarli con le più famose pietanze di questo angolo meridionale della Campania, idealmente legata alla Lucania come regione storica e culturale.

Borgo Turrito: l'azienda del talentuoso Luca Scapola

Il Bosco dell’Incoronata è un grande polmone verde di circa 320 ettari situato nel cuore del Tavoliere delle Puglie, a circa 12 km da Foggia. Fa parte dell’omonimo Parco Regionale, istituito nel 2006, e costituisce ciò che resta di un bosco planiziale che ricopriva l’intero territorio del Tavoliere, quasi completamente annientato per lasciar posto alle coltivazioni intensive di grano.
Sottoscrivi questo feed RSS