Leone de Castris: Premi e Riconoscimenti 2020

In questo anno così difficile per il nostro settore, la comunicazione dei premi e riconoscimenti ottenuti, assume un significato diverso e più profondo: una spinta a fare sempre meglio ed a produrre eccellenza per dimostrare a noi stessi e ai nostri clienti e appassionati, che non ci fermiamo e puntiamo sempre e comunque più in alto.

Vinventions, vino: arriva iononsoditappo.it per non avere brutte sorprese

Mai più brutte sorprese quando si apre un vino. Mai più bottiglie restituite per difetto di tappo. Vinventions lancia www.iononsoditappo.it, completamente rinnovato e ancora più ricco di informazioni. Nel sito è possibile ricercare i vini per Paese, Regione, tipologia e tipo di tappo. Una nuova sezione dedicata ai vini del mese, potrà fornire consigli e suggerimenti di assaggio per chi vuole scoprire nuovi prodotti senza ansie.

La Regina Bianca di Toscana insieme ai Re rossi per rilanciare il turismo della Regione

L’obiettivo è quello di coinvolgere 1.000 cantine e 5.000  tra ristoranti e enoteche, oltre a tutto il sistema ricettivo - alberghi, B&B e agriturismi- per realizzare 50.000 degustazioni in abbinamento con cibi e piatti tipici, un forte richiamo per il turismo europeo che possa fare tornare la Toscana  meta privilegiata dei wine lovers e dei turisti che associano all’arte e al divertimento la buona tavola e il buon bere: in poche parole, il lifestyle toscano.

Ambiente, Vino: alleanza FIVI-Vinventions per la sostenibilità

Si consolida la partnership tra Nomacorc by Vinventions e la FIVI, con un accordo che sarà valido fino al 2023. La collaborazione iniziata nel 2017 ha come obiettivo quello di aumentare la sostenibilità delle produzioni, attraverso l’impiego di chiusure della serie Green line, che coniugano alta efficienza, basso impatto ambientali e prestazioni garantite.

Vino, Osservatorio Vinitaly-Nomisma: le stime del commercio di vino nel 2020

La pandemia condiziona il commercio mondiale di vino, ma anche qui l’impatto varia a seconda dei casi. Per l’Italia, che nel 2020 chiuderà il proprio export con un -4,6% a valore (6,1 miliardi di euro) sull’anno precedente, gli effetti saranno complessivamente più leggeri rispetto al trend globale (-10,5%) e ancora di più sul principale player del settore, la Francia, costretta a rinunciare al 17,9% delle proprie esportazioni.
Sottoscrivi questo feed RSS