Il consumo mondiale di vino salirà dell’1,1%

Scritto da | Pubblicato in mercato Il consumo mondiale di vino salirà dell’1,1%

Da adesso al 2016 il consumo mondiale di vino è destinato a crescere mediamente dell’1,1% all’anno. La società The International Wine and Spirit Research (ricerca internazionale sui vini e sugli spiriti) sotiene che a fine periodo si oltrepasserà la soglia dei 34 miliardi di bottiglie.
La situazione, però, è diversa a seconda delle aree geografiche del pianeta.

Il principale motore di sviluppo si trova negli Stati Uniti, dove è atteso un +2,4% annuo. Gli Usa sono il primo paese per consumi in volume, anche se in media un americano beve soltanto 12 litri all’anno rispetto ai 25 litri di un inglese e ai 53 di un francese (in prima posizione). Proprio dalla Francia, però, arrivano novità meno incoraggianti: i consumi sono diminuiti di circa sette punti percentuali tra il 2007 e il 2011 e dovrebbero scendere ancora di quasi il 3% entro il 2017. Ecco perché i produttori guardano con più attenzione all’export. Un’altra realtà promettente è la Cina, diventata il quinto consumatore globale, che si accompagna ai buoni numeri messi a segno da Russia e Australia.

Quanto ai vari tipi di vino, quello rosso, molto apprezzato nell’ex Celeste impero, è destinato ad accrescere la sua importanza, con una diffusione in aumento del 9,1% fino al 2016 rispetto al +2,75% del bianco. Un avvenire brillante è anche quello che attende i vini effervescenti, con volumi in crescita dell’8,5% entro il 2017.

Fonte: italiaoggi.it

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *