Olio, italiani: taglio del 25% in 10 anni

Scritto da | Pubblicato in mercato Olio, italiani: taglio del 25% in 10 anni

Secondo un’analisi Coldiretti, gli italiani tra crisi e cambiamento di stile di vita, hanno tagliato, negli ultimi 10 anni, del 25% gli acquisti di olio di oliva.

La Coldiretti annuncia un vero e proprio ‘addio alla dieta mediterranea’ proprio nella Giornata nazionale dell’extravergine italiano.

Roberto Moncalvo, presidente della Coldiretti, ha così commentato:”a pesare sono tra l’altro i recenti scandali sulle truffe dell’olio che hanno aumentato la diffidenza come pure la diffusione di prodotti di importazione di bassa qualità che disorientano i consumatori. Si tratta di una situazione intollerabile in un Paese come l’Italia che è l’unico al mondo a contare su 533 varietà di olive e 43 oli tutelati dall’Unione Europea”.

Queste, le elaborazioni effettuate da Coldiretti sulla base dei dati Unaprol:

Regione – Variazione% sul 2014/2014 – Previsioni 2015/16 (tonnellate)

Lombardia – 60% – 294,56
Liguria – 60% – 1.645,81
Veneto – 40% – 1.164,22
Emilia Romagna – 15% – 769,98
Toscana – 60% 7.455,72
Umbria – 40% – 1.235,28
Marche – 60% – 2.878,15
Lazio – 40% – 7.959,18
Abruzzo – 60% – 5.809,63
Molise – 60% – 2.262,99
Campania – 60% – 7.479,20
Puglia – 45% – 179.827,41
Basilicata – 45% – 3.280,14
Calabria – 41% – 36.415,21
Sicilia – 60% – 34.260,48
Sardegna – -20% – 5.610,23
Italia – 46% – 298.348,20

Redazione di Vinoway

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *