Una bottiglia di olio su due consumata fuori Paesi produzione

Scritto da | Pubblicato in mercato Una bottiglia di olio su due consumata fuori Paesi produzione

Il direttore del Consorzio Extravergine di Qualità, Mauro Meloni, ha reso noto che:”Ormai quasi una bottiglia di olio su due, il 45%, è consumata fuori dai Paesi di produzione.

Negli ultimi 50 anni l’oliveto mondiale è cresciuto a ritmi dell’1,5% l’anno mentre l’Italia sembra creder meno nell’olivicoltura e ha ettari di produzione stabili, se non in decremento.

Mentre gli olivicoltori crescono nel Nuovo Mondo, l’Italia continua a produrre mediamente circa 400mila tonnellate l’anno che nel 1960 rappresentavano il 30% della produzione mondiale mentre oggi il 15% per la crescita dell’olivicoltura spagnola.

Il nostro Paese ha 43 denominazioni, di cui 1 Igp, nell’olio ma le più importanti sono appena quattro, Toscano, Terra di Bari, Umbria, e Mazara del Vallo che insieme esprimono il 74,3% del mercato”.

Redazione di Vinoway

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *