Pietro Russo è il terzo Master of Wine italiano

Scritto da | Pubblicato in curiosità, news Pietro Russo è il terzo Master of Wine italiano

Pietro Russo ha raggiunto il prestigioso titolo di terzo Master of Wine italiano. È il primo enologo italiano ad ottenere questo riconoscimento dall’Institute of Masters of Wine, la più autorevole organizzazione vinicola al mondo.

Il nuovo Master of Wine, nato nel 1985 a Marsala, ha dichiarato di avere avuto chiare idee fin da giovane sul suo futuro nel mondo del vino, ma di non aver mai immaginato di raggiungere un tale traguardo. Il percorso di studi è stato arduo, ma anche gratificante e Russo lo considera solo l’inizio di numerose sfide professionali.

Il suo percorso di studente Master of Wine è iniziato nel 2014, culminando in un Research Paper intitolato “Comparative analysis of different tartaric stabilisation techniques, including the impact of new ingredient labelling rules, for Grillo and Nero d’Avola wines from Sicily”. Lo studio approfondito ha analizzato i metodi di stabilizzazione tartarica e il loro impatto sui vini siciliani, considerando anche le nuove norme di etichettatura.

Russo sottolinea come il corso di studi non solo abbia arricchito le sue conoscenze ed il suo network, ma gli abbia anche fornito un metodo di lavoro rigoroso ed efficace. L’enologo si propone ora di utilizzare le sue competenze per posizionare il vino italiano su uno scenario internazionale.

L’unicità di Russo come enologo Master of Wine italiano è evidenziata dalla sua appartenenza ad un team che ha redatto il capitolo italiano della Sotheby’s Wine Encyclopedia, considerata la Bibbia del vino mondiale. Insieme a Gabriele Gorelli e Andrea Lonardi, Russo vuole essere un ambasciatore autorevole dell’eccellenza enoica nazionale nel mondo.

Il suo percorso include esperienze lavorative in diverse regioni vinicole, da Languedoc a Bordeaux, dalla Toscana alla Nuova Zelanda.

Oltre ad essere un enologo di successo, Pietro Russo è anche giudice in numerosi concorsi enologici internazionali, dimostrando la sua competenza e la sua influenza nel settore.

Attualmente, ci sono 414 Masters of Wine provenienti da 31 Paesi, consolidando l’importanza e l’influenza dell’organizzazione nel settore vinicolo globale.

Tag