CONSIGLIO UE IN LUSSEMBURGO: APPROVATO REGOLAMENTO PROMOZIONE, ACCORDO SU TAC E QUOTE MAR BALTICO, DISCUSSIONE SU EFFETTI EMBARGO RUSSO E STRATEGIA EUROPA 2020

Scritto da | Pubblicato in politiche agricole CONSIGLIO UE IN LUSSEMBURGO: APPROVATO REGOLAMENTO PROMOZIONE, ACCORDO SU TAC E QUOTE MAR BALTICO, DISCUSSIONE SU EFFETTI EMBARGO RUSSO E STRATEGIA EUROPA 2020

Il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali comunica che si è svolto ieri in Lussemburgo il Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura e della Pesca dell’Unione europea.
La prima sessione della riunione si è concentrata sui temi dell’agricoltura, mentre la seconda è stata dedicata a questioni ittiche.

APPROVATO REGOLAMENTO PROMOZIONE

Nell’ambito del Consiglio è stato approvato definitivamente il Regolamento Ue relativo alle azioni di informazione e di promozione dei prodotti agricoli realizzate nel mercato interno e nei Paesi terzi.
Il nuovo regolamento mira ad aumentare il grado di conoscenza dei consumatori dei prodotti agricoli e dei metodi di produzione dell’Unione, nonché a rafforzare la consapevolezza e il riconoscimento dei regimi di qualità europei.
“Con l’adozione di questo nuovo quadro normativo – ha dichiarato Maurizio Martina, Ministro delle politiche agricole e Presidente di turno del Consiglio dei Ministri dell’Agricoltura e della Pesca dell’Ue – abbiamo raggiunto l’obiettivo di migliorare la competitività dell’agricoltura dell’Unione, in modo da realizzare anche una maggiore equità. Sono molti gli aspetti positivi: dalla possibilità di indicare i marchi commerciali e l’origine di un prodotto con lo scopo di migliorare la qualità e l’efficacia durante le dimostrazioni e le degustazioni dei prodotti, all’estensione della gamma dei beneficiari anche a organizzazioni di produttori e alle loro associazioni, ai gruppi e agli organismi del settore agroalimentare il cui obiettivo e la cui attività consistono nel promuovere i prodotti agricoli e nel fornire informazioni sugli stessi”.
“Viene rafforzato inoltre il sostegno finanziario – ha proseguito Martina – soprattutto incoraggiando le azioni di promozione verso i Paesi terzi in chiave di spinta all’export, voce sempre più decisiva nel bilancio delle aziende. Un elemento chiave è che abbiamo previsto di utilizzare lo strumento della promozione in caso di turbative gravi del mercato, come ad esempio in caso di perdita di fiducia dei consumatori, stabilendo una partecipazione dell’Unione al 75% delle spese sostenute”.

EUROPA 2020 E CLIMA/ENERGIA 2030

“Abbiamo focalizzato la nostra attenzione – ha commentato Martina – su due temi fondamentali come la Strategia Europa 2020 e quella Clima/Energia 2030. Da sempre la Presidenza italiana, così come la Commissione, hanno spinto perché il mondo agricolo fosse ascoltato su questi fronti. Siamo convinti che questo settore possa svolgere un ruolo decisivo, ben oltre gli addetti ai lavori e gli imprenditori agricoli”.

EMBARGO RUSSO

“Come previsto abbiamo fatto un punto di aggiornamento sulle conseguenze dell’embargo russo sui prodotti agricoli europei. Ricordo che abbiamo costruito con il Commissario Ciolos un lavoro di interventi operativi e degli step di aggiornamento praticamente ad ogni Consiglio. In quest’ultima riunione ci siamo concentrati soprattutto sulle misure in favore del settore lattiero caseario e sulla situazione di diversi mercati dei Paesi maggiormente colpiti penso ad esempio ai paesi baltici e alla Finlandia. Si è discusso anche di settori sui quali non si è intervenuti come quelli delle carni suine, e approfondito sul fronte dei danni all’ortofrutta. Su tutta questa partita penso che si possa fare un passo in avanti a partire dalle prossime giornate, mi riferisco in particolare al Csa della prossima settimana che metterà a fuoco una serie di misure che sono state anche impostate nella relazione del Commissario”.

ACCORDI INTERNAZIONALI

“Il Consiglio – ha proseguito il Ministro – ha insistito molto sulla necessità che gli aspetti agricoli vengano tenuti in considerazione in tutti gli accordi internazionali, più di quanto non è stato fatto fino a qui. Con riferimento in particolare al TTIP è confermata la volontà di andare avanti, per approfittare di questo confronto come una vera opportunità anche per il mondo agricolo europeo, naturalmente tenendo fermi alcuni assi fondamentali dell’esperienza agricola europea, come ad esempio la tutela delle indicazioni geografiche e non solo”.

COMITATO OLIVICOLO INTERNAZIONALE

“Abbiamo anche fatto un punto sul negoziato per la riforma del consiglio oleicolo internazionale – ha concluso Martina – con uno scambio di vedute con il Commissario per quel che riguarda le azioni da approntare già a partire dalle prossime settimane per riconfigurare e rafforzare l’esperienza del Consiglio oleicolo”.

PESCA
APPROVATO REGOLAMENTO TAC E QUOTE MAR BALTICO

Nella seconda sessione del Consiglio, dedicata alla pesca, è stato raggiunto l’accordo politico sul regolamento Tac e Quote per il Baltico. Questo è la prima norma ad essere discussa dopo l’entrata in vigore della nuova Pcp.
“Sono molto contento – ha concluso Martina – di aver chiuso questo negoziato con un’approvazione all’unanimità. Si tratta del primo accordo in cui vengono applicate le linee guida della Pcp riformata, in particolare la sostenibilità, il raggiungimento dell’Msy e l’obbligo di sbarco. Diventa così un importante strumento per l’attuazione della Pcp, dovendo tener conto di tutte le innovazioni introdotte”.
Il Ministro Martina ha ringraziato a nome di tutto il Consiglio i commissari uscenti Ciolos e Damanaki per il lavoro svolto in questi anni per il settore dell’agricoltura e della pesca.

Fonte: UFFICIO STAMPA MIPAAF

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *