LE ZONE ITALIANE DOVE L’IMU AGRICOLA SI DEVE E NON SI DEVE PAGARE

Scritto da | Pubblicato in politiche agricole LE ZONE ITALIANE DOVE L’IMU AGRICOLA SI DEVE E NON SI DEVE PAGARE

In base alle nuove normative, chi ha vigneti in Comuni classificati come “non montani” dovrà pagare l’Imu Agricola entro il 10 Febbraio 2014.

L’esenzione al pagamento è prevista solo per coloro i quali hanno terreni in zone classificate come montane o nei Comuni classificati come “parzialmente montani”.

Fatta questa premessa, qui di sotto vi riportiamo le zone italiane dove l’Imu Agricola si deve e non si deve pagare.

Incominciamo dai Comuni più celebri per il vino italiano: Barolo e Montalcino. Nel territorio piemontese è emerso che tutti dovranno pagare mentre nella terra del Brunello solo pochi verseranno l’imposta.

Si pagherà l’Imu sui vigneti ad Ebrusco, zona di produzione del Franciacorta, e a Canelli, zona di produzione dell’Asti. Saranno esenti dal pagamento quasi tutti i Comuni del Trento Doc perchè considerati montani.

Situazione in “equilibrio” nella zona della Valpolicella data la vastità del territorio.

In Toscana sarà esente dal pagamento la zona del Montepulciano mentre a San Gimignano pagheranno tutti.

Come per la Valpolicella, stessa situazione per il Chianti.

In Umbria esenzione a Montefalco e Orvieto.

Nel Lazio esenzione per Frascati.

In Puglia, invece, dovrà versare l’imposta chi ha vigneti nei Comuni di Cellino San Marco, Salice Salentino, Copertino, Manduria e Trani.

In Sicilia saranno esenti tutti i Comuni vicini all’Etna e per Pantelleria mentre si dovrà pagare a Menfi.

In Sardegna totale esenzione a Serdania.

Redazione di Vinoway

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *