Paesaggi rurali: iscritte sei nuove aree italiane

Scritto da | Pubblicato in politiche agricole Paesaggi rurali: iscritte sei nuove aree italiane

Il Ministero delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali rende noto che l’Osservatorio Nazionale del Paesaggio Rurale ha iscritto, nel registro dei paesaggi rurali, sei nuove aree.
Le zone interessate sono:

– la fascia pedemontana olivata fra Assisi e Spoleto;
– la piantata veneta;
– il paesaggio della Pietra a Secco dell’Isola di Pantelleria;
– il parco regionale Storico agricolo dell’olivo di Venafro;
– il paesaggio policolturale di Trequanda;
– il paesaggio rurale storico di Lamole in Chianti.

Il Ministro Maurizo Martina ha così dichiarato:”Non c’è Paese in Europa che abbia un patrimonio di paesaggi rurali così diffuso in tutte le sue Regioni. Le nuove iscrizioni confermano questa ricchezza unica di identità e di capacità degli agricoltori di formare e conservare i luoghi come veri e propri beni comuni. Dai muretti a secco di Pantelleria agli oliveti secolari tra Assisi e Spoleto o quelli storici di Venafro in Molise fino ai terrazzamenti di Lamole. Sono esempi di come ambiente, storia e tradizioni si intreccino in un elemento unificante che è proprio il paesaggio rurale. Rafforzare la valorizzazione di queste aree è un impegno che confermiamo nell’anno nazionale del cibo italiano”.

Redazione di Vinoway

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.