46°Concorso Custoza – anno 2017

Scritto da | Pubblicato in press-news 46°Concorso Custoza – anno 2017

Ai blocchi di partenza la 46.a edizione del Concorso del Custoza Doc e Superiore, manifestazione principe che mette in risalto sia il lavoro delle cantine che la bontà di un prodotto di eccellenza quale il vino di questo territorio che prende il nome, appunto, di Custoza.
Dopo aver ottenuto il protocollo autorizzativo, da parte del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali, il Concorso entra nella fase delle valutazioni dei campioni.

Nella giornata del 13 maggio, presso la sala del ristorante “Tamburino Sardo” di Custoza, le cantine che avranno presentato i campioni di vino, da bottiglie etichettate e pronte alla vendita, precedentemente sigillate e rese anonime con doppia codifica e copertura di qualsiasi segno identificativo, passeranno alla fase della selezione. La giuria, composta da Commissari singoli (non Commissione di Assaggio), controllerà la qualità dei vini.

Per rendere totalmente imparziali le valutazioni ogni singolo Commissario valuterà ogni campione in concorso. Le schede di valutazione, elaborate dall’ Union International Des Oenologues, evidenzieranno i caratteri di colore, trasparenza, profumo e gusto dei vini.
Per poter passare le selezioni il punteggio minimo, per il Custoza Doc annata 2016, è di 85/100; mentre per il Custoza Doc Superiore annata 2015, è di 87/100. I Commissari provengono dalle maggiori organizzazioni, specializzate nella formazione e preparazione della valutazione dei vini, quali AIS, FISAR, ONAV, da tecnici enologi, enologi e di laboratorio.

Ai vini che passeranno le selezioni sarà assegnato un “Diploma di Medaglia d’Oro”, per le due categorie, durante l’apertura dei campioni in concorso che si terrà presso la Sala Affreschi del Comune di Sommacampagna.

Nelle settimane successive durante la Festa del Custoza, che quest’anno vede partire la nuova edizione nel mese di giugno (giorni 16-17-18 e 19) e non più di settembre, si terranno le Premiazioni Ufficiali delle cantine che avranno ottenuto il diploma di merito.

La Festa riveduta e finalizzata proprio alla valorizzazione del territorio e del vino che vi si produce con passione sarà un momento di rilancio della manifestazione che prevede, tra le altre cose, dei percorsi gustativi con consigli di abbinamento cibo-vino.

Redazione di Vinoway

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *