Carpineto: REDTime a San Valentino, a tavola e nel calice variazioni sul tema

Scritto da | Pubblicato in press-news Carpineto: REDTime a San Valentino, a tavola e nel calice variazioni sul tema

Tante declinazioni di rosso, in bottiglia, nei vigneti, nel paesaggio, quello che si vive attraverso le Tenute Carpineto dove la Toscana sembra narrarsi tra i filari e riassumersi in un calice.

 
Vini sintesi perfetta tra geografia e calice… Quando si dice genius loci.

Collegamenti inaspettati che ci conquistano come un gioco dell’immaginazione. Un rosso che alla vista sembra dipinto con i colori scaturiti da un pennello. Fortuna del rosso che nell’arte è stata incommensurabile, non ultimo il “rosso perfetto”.

Colore divenuto negli anni icona di un grande stilista, il rosso trionfa nelle tonalità del carminio, granata, porpora. E’ il colore che convoglia le emozioni più intense, il primo nell’arco dell’arcobaleno.

Non è facile tradurre l’emozione del rosso, associato al fasto, alla seduzione, al piacere . Il rosso è assoluto e vibrante, è profondo.

Tornando ai rossi nel bicchiere, con Carpineto che ha una produzione che copre tutti i grandi rossi di questa terra vocata, significa parlare di declinazione del Sangiovese, vitigno dalla straordinaria trasversalità sensoriale: Chianti Classico, Vino Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino. Gran parte della produzione è data da vini delle più prestigiose DOCG della Toscana. Rossi per lo più. Riserve di grande struttura, vini estremamente longevi.

Al palato la struttura è setosa, vini armoniosi, profondi. Una sensazione tattile di rotondità e morbidezza. Carezzevole e avvolgente come velluto.
Ecco una veloce carrellata su alcune etichette di grandi rossi imprescindibili nella wishlist di San Valentino.

Dogajolo Toscano Rosso IGT
Un rosso rubino vivo molto intenso. Uno dei vini più innovativi della Carpineto, un giovane”Super Tuscan”, le cui caratteristiche non sono mai state trovate insieme nello stesso vino. In lui sono racchiusi la forza della gioventù, la maturità del legno, la morbidezza della classe, i profumi fruttati e fragranti. E’ un vino pieno, morbido, rotondo, di ottima struttura. Il profumo è vinoso e nello stesso tempo fruttato, con sensazioni di ciliegia, gradevoli sentori di vaniglia, caffé e spezie.
Chianti Classico DOCG Riserva
Un rosso intenso, brillante e luminoso. Il profumo è elegante, ampio, armonico, persistente, sensazioni di vaniglia e lampone; il sapore è lungo, vellutato, pieno, generoso e caldo.
Il 2011 è nella Carta dei Vini de La Pergola, tempio della gastronomia internazionale, unico ristorante tristellato della capitale, guidato da Heinz Beck. A scegliere i vini di una cantina monumentale, Marco Reitano, chef sommelier pluripremiato di straordinario prestigio.

Vino Nobile di Montepulciano DOCG Riserva
Colore rosso rubino intenso tendente al granato brillante. Un vino fine, elegante ed armonioso dai seducenti aromi di ciliegio dolce, ribes, cuoio, spezie e sottobosco, con un accenno di quercia sul finale. Un vino di grande carattere, raffinatezza ed eleganza. Complesso al naso, con riconoscimenti che vanno dalla mammola alla frutta esotica, dal legno pregiato al balsamico, etereo, caratteristico, straordinariamente fine. In bocca secco, sapido, elegante nei tannini ed equilibrato. Dalla stoffa elegantissima, armonico.

Vigneto Poggio Sant’Enrico – Vino Nobile di Montepulciano DOCG
Un rosso scuro per quello che è uno dei capolavori della Collezione degli Appodiati. Vini prodotti solo in grandi annate gli Appodiati di Carpineto, provenienti da singoli vigneti con caratteristiche eccezionali che esaltano le peculiarità di ogni microzona. Vengono imbottigliati senza subire alcun trattamento e rilasciati dalla cantina dopo almeno 5 anni di affinamento in bottiglia. “Colore scuro e naso profondo, pulito, con note di frutti neri, grafite e pepe; la bocca è morbida, densa, vellutata e succosa, lunga nel finale – compatto e fine nei tannini”.

Brunello di Montalcino DOCG
Rosso rubino intenso con leggeri riflessi granato. Profumi intensi e complessi, netto, fine, ampio e persistente. Sentore di vaniglia, ciliegia, lampone e liquirizia. Asciutto, caldo, morbido e di grande struttura, persistente. Una bella freschezza e raffinatezza. Un vino di grande eleganza e longevità.

Farnito Cabernet Sauvignon Toscana IGT
Un rosso dal colore molto intenso, netti profumi di frutti di bosco, mora e prugna secca. Un vino  caratterizzato da una generosa e marcata nota di frutta. Ne risulta un vino di forte spessore. In bocca la sensazione è di gran forza sia in termini di concentrazione che di grado alcolico. Anche questo vino, l’annata 2010, è stata scelta da La Pergola di Heinz Beck e Marco Reitano ed è in carta ormai da tempo.

A questo punto non resta che parlare di abbinamenti a tavola che ovviamente prevedono carni rosse, arrosti, brasati, selvaggina. Senza dimenticare mai però che non ci sono dogmi rigidi e bere è anche piacere per provare nuovi abbinamenti. Si tratta in ogni caso di grandi rossi che possono contemplare i sapori di tante regioni ma soffermiamoci in Toscana, alla tavola di un altro stellato che in carta ha una piccola verticale del Vino Nobile di Montepulciano Riserva Carpineto. Filippo Saporito, patron dello spledido La Leggenda dei Frati a Firenze, autore di piatti impressi nella cultura gastronomica del territorio ma dalla cifra stilistica contemporanea come siglata, ancora una volta da questa pennellata di rosso.

Suggestivo l’abbinamento con la Terrina di fegatini e il suo creme caramel, Pan de’Santi, intrigante quello con i Cappellacci alle tre carni, sugo d’arrosto, grana padano “taglio sartoriale 24 mesi”, magistrale e di assoluta classicità l’abbinamento con l’agnello del Casentino.

Comunicato Stampa Carpineto

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *