Cribis Prime Company alle Cantine Pellegrino

Scritto da | Pubblicato in press-news Cribis Prime Company alle Cantine Pellegrino

Cribis, società specializzata nella fornitura di business information su imprese italiane ed estere, ha assegnato alle Cantine Pellegrino il riconoscimento Cribis Prime Company, attribuendole il massimo livello di affidabilità come controparte di una transazione commerciale BtoB.
Fondata a Marsala nel 1880 dal notaio Paolo, viticultore per passione, la Pellegrino è una delle più floride e importanti realtà vitivinicole siciliane, ancora oggi guidata dai discendenti dei fondatori, giunti alla sesta generazione. A partire dal matrimonio di Carlo, figlio del fondatore, con la gentildonna francese Josephine Despagne, la famiglia Pellegrino si è allargata grazie a felici unioni. Si deve a Paolo Pellegrino, figlio di Carlo e Josephine, la crescita delle Cantine. Da allora la storia della famiglia e quella del marchio proseguiranno parallelamente: anni di esperienza e conoscenza del proprio territorio porteranno ad ampliare la produzione a tutte le tipologie di vino, fino a comprendere vini bianchi e rossi, passiti e marsala.

Il Cribis Prime Company è un riconoscimento di grande valore dato che ogni anno viene assegnato solo al 7% degli oltre 6 milioni di imprese italiane e attribuisce questo riconoscimento utilizzando un indicatore sintetico che, sulla base di un algoritmo statistico, misura la probabilità che un’azienda generi gravi insoluti commerciali. Per il calcolo vengono utilizzate numerose variabili, tra cui informazioni anagrafiche, indici e dati di bilancio, anzianità aziendale, esperienze di pagamento, presenza di informazioni negative.

Il riconoscimento Cribis Prime Company è quindi il massimo livello di valutazione dell’affidabilità commerciale di un’organizzazione ed è rilasciata solo ed esclusivamente ad aziende che mantengono costantemente un’elevata affidabilità economico-commerciale e sono virtuose nei pagamenti verso i fornitori.

Benedetto Renda, Presidente delle Cantine Pellegrino, ha così affermato:”Siamo soddisfatti del riconoscimento raggiunto. Abbiamo sempre avuto come obiettivo la consistenza patrimoniale e il rispetto degli impegni commerciali, cercando il più possibile di autofinanziarci nella crescita aziendale e nella gestione ordinaria. Dalla fondazione, chi ha gestito la Cantina ha guardato sempre alle future generazioni, tanto da poter oggi trasferire l’azienda alla sesta generazione nella massima solidità finanziaria”.

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *