Premio giornalistico internazionale “Words of Wines – Parole di Vino” 2018

Scritto da | Pubblicato in press-news Premio giornalistico internazionale “Words of Wines – Parole di Vino” 2018

Quinta edizione del concorso ideato dal Consorzio Tutela Vini d’Abruzzo. Stevie Kim tra i personaggi premiati. Interessante approfondimento sulle nuove frontiere della comunicazione del vino.
A due passi dalla casa natale di Gabriele D’Annunzio, a Pescara, presso il Museo delle Genti d’Abruzzo sono stati assegnati i riconoscimenti ai comunicatori che si sono distinti nel racconto dell’Abruzzo, attraverso le sue eccellenze enoiche e il territorio. “Il premio giornalistico ha assunto quest’anno un valore particolarmente importante, perché si è inserito nei festeggiamenti in occasione del 50° anniversario della Doc Montepulciano d’Abruzzo – ha affermato il presidente del Consorzio Valentino Di Campli – siamo, quindi, felici di aver riscontrato da parte della stampa un vivo interesse per questo vino, simbolo della nostra regione”.

Due i premi ad honorem: il primo è stato assegnato a Stevie Kim, managing director di Vinitaly International, per l’importante lavoro svolto nel mondo a favore  della promozione del vino italiano; il secondo è andato all’assessore regionale alle Politiche Agricole, Dino Pepe, per il sostegno dato al comparto vitivinicolo. Il premio per la stampa periodica è andato a Emanuele Gobbi, giornalista della rivista Spirito di Vino; quello per la stampa quotidiana a Davide Eusebi de Il Resto del Carlino, mentre a Tom Mullen, di Forbes,  è stato assegnato il riconoscimento per la stampa on line. Premiato anche il giornalista abruzzese indipendente Giorgio D’Orazio, collaboratore del quotidiano locale Il Centro e le guide di Repubblica.

La cerimonia è stata preceduta da due tavole rotonde sulla comunicazione, in cui sono emerse la importanza basilare dei nuovi media e la necessità di impostare la comunicazione del vino seguendo una narrazione semplice e scevra di tecnicismi. Il primo incontro “Vino e nuovi media: come cambia la comunicazione” ha visto gli interventi di  Antonio Tomacelli (Intravino.it), Umberto Gambino (Tg2 Rai e blogger), Stevie Kim (managing director Vinitaly International), Aileem Lee (direttore internazionale Beijing Yunjiu Media Co.), Sandra Crittenden (giornalista e blogger). La seconda, “Raccontare il territorio: buone pratiche per una narrazione efficace”, ha coinvolto Giuseppe Cerasa (direttore Le Guide di Repubblica), Constanze Reuscher (corrispondente per l’Italia Die Welt), Sandro Capitani (giornalista di Radio Rai 1), Michael Fagan (wine educator), George Brown (College Toronto), Tom Mullen (giornalista Forbes) e Alexander Peartree (giornalista Wine Enthusiast).

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *