Terre, Vigne e vini nel Cuore del Veneto: Promozione Aggregata

Scritto da | Pubblicato in curiosità Terre, Vigne e vini nel Cuore del Veneto: Promozione Aggregata

Identità e valore le parole chiave per far conoscere ed apprezzare ai consumatori le ricchezze enologiche del Veneto, regione leader in materia di vini di pregio a denominazione.

Strategie condivise sulla base di precisi programmi che avranno come obbiettivo quello di divulgare “il sapere della qualità”.

<<E’ evidente che negli ultimi anni il sistema vitivinicolo veneto soprattutto in quest’area – fa notare Carlo Bressan, responsabile del progetto Vini e Valori Veneti, nonché già presidente del Consorzio dell’Arcole – è stato interessato da una profonda trasformazione. Industriali e commercianti si confrontano con continuità per ottimizzare risorse e redditi e le cantine cooperative condividono con sempre maggior dettaglio obbiettivi produttivi. Accanto a queste si respira un forte attivismo in termini di aggregazione anche fra le piccole aziende. E’ quindi normale che anche i consorzi cerchino delle nuove risposte aggregative per analizzare al meglio un mercato sempre più attento al fattore prezzo>>.

Nuove iniziative di aggregazione come Vini e Valori Veneti si inseriscono in modo naturale in questo dibattito e sono segno del recepimento dei forti cambiamenti in essere sia tra gli operatori di settore sia tra i consumatori diretti.

Verranno attivati nuovi tavoli di lavoro e di confronto per recepire le istanze di cambiamento e soprattutto per proporre nuovi approcci al territorio e alle sue ricchezze.

Si tratta di una risposta immediata e ben calibrata da parte del Sistema dei Consorzi che si trova oggi a condividere progetti, col favore delle stesse aziende che trovano economicamente interessante l’approccio.

Aggregazioni come queste permettono oggi, e sempre più in futuro, il confronto con imprese molto articolate che producono sia i più classici vini bianchi veneti, come il Soave,  sia altre perle enologiche quali il Lessini Durello, l’Arcole ed il Merlara.

Fonte: ufficiostampa

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *