Log in

Bepin De Eto, Greccio Rosso: l’accattivante blend

Letto 948 Email
Tra le splendide colline di Conegliano, in provincia di Treviso, dove l’introduzione della vite  risale ad oltre 2000 anni fa, sorge la cantina Bepin De Eto condotta con passione dalla famiglia Ceschin.

La guida dell’azienda si è tramandata dal nonno Nicoletto di padre in figlio, anno dopo anno, cementando con grande slancio ed entusiasmo quell’amore unico per la terra e le vigne. Questo amore è stato trasmesso a Mosè e, in seguito, al figlio Giuseppe il quale, per la somiglianza col nonno, si guadagnò il soprannome di ‘Bepin de Eto’, ossia Giuseppe di Nicoletto.



Nel 1965 il figlio di Giuseppe, Ettore, raccoglie l’antica tradizione di famiglia e decide di imprimere nel nome dell’azienda il ricordo della lunga storia attraverso l’antico soprannome del padre: ‘Bepin de Eto’. Oggi l’impegno di Ettore Ceschin, volto alla ricerca dell’eccellenza e alla produzione di vini e spumanti di alta qualità, è portato avanti grazie all’aiuto delle sue tre figlie. Alla determinazione e all’amore della famiglia per la propria terra d’origine, il Veneto, si affiancano  i principi dell’agricoltura sostenibile e la ricerca di continue sfide che hanno portato Ettore  a produrre vini autentici anche nel Sud d’Italia e, precisamente, nel Salento, in Puglia, con la creazione di Masseria Capoforte.



L’amore e l’accudimento per le uve si ravvisa in un’attenzione maniacale in tutte le fasi della produzione del vino, dalla raccolta fino all’imbottigliamento, per garantire la creazione di vini rossi, bianchi, spumanti e dolci in grado di affascinare i palati degli estimatori più esigenti.

All’interno della variegata gamma aziendale ben s’inserisce il Greccio Rosso Colli di Conegliano DOCG, accattivante blend di Merlot, Cabernet Franc, Cabernet Sauvignon e Marzemino. Il vino è ottenuto da uve che, dopo essere pigiate e diraspate, sono poste nelle vasche di macerazione per circa 14 giorni durante i quali si alternano rimontaggi, follature e délestage.

Dopo la svinatura, la decantazione e la fermentazione a temperatura controllata, il vino affina in legno per 12 mesi e in bottiglia per un periodo minimo di 6 mesi. La sua veste, elegante come una pregiata seta orientale, è di color rosso granato con riflessi rubini. Al naso si presenta particolarmente poliedrico: un’armonia ben orchestrata di note di piccoli frutti rossi maturi si alterna ad un lieve profumo di vaniglia e a delicate note speziate, di chiodi di garofano, di tabacco e qualche accenno di cacao.

Decisamente ricco e avvolgente, dal sorso austero e persistente che si accompagna a una rinfrescante acidità e a una leggera nota sapida,  invoglia ad un secondo assaggio nonostante la decisa potenza. L’eleganza è il carattere distintivo di questo vino della cantina Bepin de Eto, dove ingegno, natura, cultura e tradizione si sono sapientemente fuse per forgiare una piccola opera d’arte, che è un inno alla bellezza e alla longevità della grande tradizione vitivinicola veneta.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.