Sylvaner e Kerner di Valle Isarco: eccellenti espressioni

Letto 556 Email
L'azienda Valle Isarco nacque il 12 novembre 1961 e fu stabilita nella storica cantina di Maso Reinthalerhof, con Anton Gfader che venne nominato primo direttore dai 24 soci fondatori.
 
Dopo l'incendio che colpì la cantina l'anno seguente, si decise di realizzare uno stabilimento, che crollò nel 1975 a causa di una copiosa nevicata.

Tre anni dopo la direzione decise di trasferire l'azienda negli attuali locali, che si trovano a Chiusa in provincia di Bolzano.

Ad oggi Cantina Valle Isarco vanta su per giù 130 soci di 11 comuni limitrofi diversi.

Per quanto riguarda la zona di produzione, il territorio comprende Chiusa e Sabiona, si estende a Nord fino a Bressanone e Novacella e termina nella Valle d'Isarco meridionale, raggiungendo altezze da 300 a 950 metri.

Vista la diversa estensione della zona di coltivazione, Cantina Valle Isarco gode di diverse caratteristiche. Nel bacino di Novacella la formazione geologica è il granito, mentre andando verso sud si trovano terreni minerali, vista la presenza della roccia metamorfica "Fillade Quarzifera". Nella zona di Chiusa invece cambia la composizione minerale a causa della roccia "Diorite". La zona di produzione della Valle Isarco meridionale predominano formazioni porfiriche vulcaniche.



Il territorio della Valle Isarco ha tutte le condizioni climatiche favorevoli per la coltivazione delle uve bianche. I vigneti sono di vario tipo rispetto alla collocazione geografica, in quanto a Nord sono impiantati Riesling, Kerner e Müller Thurgau, a sud Schiava, Pinot Nero, Pinot Bianco, Sauvignon e Chardonnay mentre nella zona centrale si trovano Veltliner, Sylvaner, Ruländer e Gewürztraminer.



Ad oggi Cantina Valle Isarco produce all'anno circa 950.000 bottiglie, offrendo vini eleganti nati rispettando la filosofia ed il motto dei suoi soci che cita "Qualità senza compromessi".

Da un anno, per migliorare sempre di più i successi aziendali, la direzione ha affidato la produzione ad una delle figure più importanti e rispettate a livello internazionale, nonché il Presidente mondiale degli enologi Riccardo Cotarella.

Lo scorso 29 Gennaio è andata in scena una webinar condotta dall’Amministratore Delegato dell’azienda, Armin Gratl e dall'enologo Riccardo Cotarella per le degustazioni della nuova produzione, in cui era presente anche il Presidente di Vinoway Italia Davide Gangi.

Sylvaner 2020
Estremamente brillante e luminoso presenta dei vivi riflessi verdolini. La percezione olfattiva è esplosiva e racconta di frutta polposa e ben matura. Kiwi, passion fruit, cedro e corbezzoli sono posizionati in un candido cesto di frutta. Dopo un primo approccio succoso affiorano erbette aromatiche di montagna e spezie che ricordano il timo e il cumino. Al sorso dimostra una struttura ben decisa. La sapidità diventa strutturale e sembra quasi ricreare una percezione di ulteriore sete al vino. La freschezza è decisamente balsamica e dona una persistenza lunga con vivi ritorni salini.
Sylvaner 2019
Luminoso e cristallino gioca nei riflessi tra il paglierino e il verdolino. All’olfatto riprende le medesime note di frutta tropicale dell’annata 2020 con una integrazione di nota fumé. Un tocco di tabacco dolce, cocco in scaglie e infuso di castagno creano una percezione particolarmente originale. Al sorso gioca leggiadro con particolare evidenza al frutto ben maturo. Ricco in sapidità termina in una freschezza citrina.

Sylvaner 2018
Color giallo paglierino luminoso e brillante. All’olfatto gioca in spezie dolci che raccontano di vaniglia, noce moscata e cannella. Un croccante “morso olfattivo” si materializza in un quadrotto di cioccolata bianca alle nocciole. Al sorso si dimostra rotondo, morbido ed avvolgente. La freschezza è un caposaldo, vivo ed artisticamente curvilineo. Il finale si dedica decisamente caldo con un ricordo di tabacco da pipa.

Kerner 2020
Particolarmente luminoso e brillante evidenzia riflessi verdolini. Olfazione succosa che ricorda il mango e la papaya. Un succo di ananas sciroppata vira in una nota balsamica e mentolata. Le spezie aromatiche ricordano l’erba cipollina stuzzicata da scagliette di scorza di lime. Al sorso gode di una freschezza citrina rivolta al cedro. Morbido quanto solleticante in sapidità. Completamente avvolgente dona un finale lungo, caldo e persistente.

Kerner 2019
Decisamente cristallino propone riflessi verdolini che si prenotano ad un giallo paglierino. All’olfatto dona note di mandorle dolci, quasi imbiancate da zucchero a velo. Il frutto tropicale diventa candito, in versione giuggiola. Le spezie suggeriscono il pepe bianco ed il rosmarino. Un tocco di vaniglia e di frutta cremosa volge ad un ricordo di pasticceria. Al sorso è caldo e potente. La freschezza si maschera nella struttura morbida del vino e scorge, sul finale, un croccante morso di mela. Vino decisamente voluminoso dalla lunga persistenza.

Kerner 2018
Giallo paglierino brillante con tocchi dai riflessi verdolini. All’olfatto dimostra potenza e complessità di grande pregio. Percezioni di gheriglio di noce, torrone bianco di mandorle, latte di cocco e muschio rendono il primo approccio decisamente affascinante. Il frutto è evoluto e si manifesta in un misto di canditi d’agrumi. Una percezione cremosa ricorda lo chantilly arricchito da una grattugiata di scorza di limone. Le spezie generano ricordi di vaniglia e mentolo balsamico. La nota più affascinate si evince sul finale, è erbacea e ricorda una rucola selvatica piccante. Al sorso diventa masticabile, quasi addentabile. Potente e morbido  manifesta un fascino indistruttibile. La freschezza è ben ancorata e diventa un “segreto” di grande longevità. Completamente avvolgente dimostra un finale lunghissimo e caldo.



I vini della Cantina Valle Isarco sono entrati a far parte della Vinoway Wine Selection 2021 ed è possibile visionarli sull’omonima App gratuita disponibile in Free Download su App Store e Play Store.
Ultima modifica ilVenerdì, 05 Febbraio 2021 10:44

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.