DOCG Fiano di Avellino 2009

Scritto da | Pubblicato in Senza categoria DOCG Fiano di Avellino 2009

Esame visivo: ottimo aspetto e colore giallo paglierino brillante.
Esame olfattivo: ottimo il giudizio relativo all’intensità, la complessità e la qualità olfattiva. Un bianco che coinvolge il naso e che evidenzia il territorio di produzione, il sole e i terreni calcareo argillosi. Un vino floreale che ricorda i profumi di gelsomino, glicine, sambuco, primula e calla. Continua ad aprirsi in note fruttate di fichi bianchi, ananas, albicocche e pesca bianca per chiudere con note agrumate e di mandorla fresca.

Esame gusto olfattivo: in bocca si presenta molto bene anche se l’aspettativa dei profumi è molto alta. Freschezza gustativa unita alla sapidità lo rendono un vino piacevole perché ben bilanciato dalla struttura e dalla sensazioni pseudocaloriche. Di ottima struttura, persiste in bocca con piacevoli aromi di bocca che passano dai frutti maturi alle note ammandorlate. Buone la qualità e l’armonia.
Un vino pronto alla beva.

Note:
Vinificazione: dopo una pigiatura morbida il mosto fermenta a temperatura controllata in assenza di buccia (16/18°C)
Affinamento: in acciaio inossidabile
Affinamento in bottiglia: almeno 2 mesi

Servizio: servire fresco a 10-12°C
Conservazione: 2-3 anni.
Abbinamento vinoway: carpaccio di pesce crudo, sfornati agli asparagi e gamberetti.

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.