Cantine Federiciane: orgoglio di Gragnano e Lettere

Scritto da | Pubblicato in spumanti Cantine Federiciane: orgoglio di Gragnano e Lettere

Ci troviamo in Campania e più precisamente a Marano di Napoli, dove ha sede l’azienda vitivinicola CANTINE FEDERICIANE MONTELEONE nata nel 1995 con la Famiglia Palumbo, che da allora tramanda di padre in figlio la preziosa tradizione Enoica di queste terre.

Attualmente siamo alla terza generazione, con un gruppo di Giovani affiatati che lavorano con grandissima passione per consolidare e migliorare la Qualità dei loro Vini, facendo leva sugli insegnamenti dei genitori e aggiungendo la creativa freschezza delle loro idee.

L’azienda possiede e coltiva circa 15 ettari di Vigneto, con una produzione media annua di 150.000 bottiglie.

Oggi ci confrontiamo con due “chicche” di questo Territorio, profondamente radicate nella tradizione enologica della Famiglia Palumbo, sto parlando del Gragnano e del Lettere, entrambi facenti parte della Penisola Sorrentina Doc.

Già in un precedente articolo ho manifestato il mio grande apprezzamento verso questi Vini Frizzanti, carichi di quel prezioso valore che è la “piacevolezza” di beva, ricchi di suadenti profumi fruttati e floreali che invogliano ad un rapporto “amichevole” col Vino, pieni di semplicità ed immediatezza, da godersi per la loro anima che si apre all’Appassionato con “sincerità” enologica.

Partiamo parlando del Penisola Sorrentina Doc Gragnano 2011, ottenuto con un tipico uvaggio composto da Piedirosso (40%) – Aglianico (50%) – Sciascinoso (10%), titolo alcolometrico 11%.

Nel bicchiere si presenta di un colore rosso rubino profondo con riflessi violacei, possente la componente antocianica colorante che lascia nel bicchiere suggestive ombreggiature rossastre.

Al naso è una vera e propria esplosione di aromi fruttati e floreali, dove primeggia un connubio di viola, fragola e ciliegia, con una connotazione fresca e vinosa.

In bocca è splendida la gradevolezza di beva complessiva, medio corpo come deve essere questa tipologia di Vino, frizzante quanto basta, piacevole rotondità gustativa, carica tannica leggera ma presente, con una componente acido/sapida ben bilanciata che equilibra la nota gustativa abboccata.

Per chi ama come me questa tipologia, il Gragnano delle Cantine Federiciane Monteleone è un eccellente esempio di coniugazione fra piacevolezza e versatilità di abbinamento, con un sorso leggero e fruttato che riconcilia con la soddisfazione di Degustare Vino in maniera spensierata.

Veniamo ora al Penisola Sorrentina Doc Lettere 2011, ottenuto da un uvaggio Piedirosso (40%) – Aglianico (50%) – Sciascinoso (10%), le cui caratteristiche globali sono sostanzialmente simili a quelle del Gragnano, tanto che per un Appassionato che non li conosce in modo approfondito diventa difficile pensare di distinguerli alla “cieca”.

Volendo proprio individuare delle differenze, si potrebbe dire che nel Lettere al naso prevalgono i sentori fruttati rispetto a quelli floreali, mentre in bocca si percepisce una morbidezza superiore rispetto al Gragnano, ma ci tengo a precisare che si tratta davvero di sfumature e dettagli.

Ognuno sarà libero di affezionarsi maggiormente all’uno o all’altro a seconda del proprio gusto personale, oppure più semplicemente alternandoli a tavola così da premiare la loro splendida “gradevolezza” di beva.

Vini da affrontare con serenità, che si aprono in tutta la loro immediatezza a chi li Degusta, con quel carattere “abboccato” che stuzzica il palato invogliando di nuovo alla beva, con una struttura carica di frutto, piena e rotonda, che si lascia apprezzare con innata semplicità.

La versatilità di abbinamento che hanno questi Vini è davvero straordinaria, infinita è la lista di pietanze a cui si potrebbero accostare in maniera armonica ed appagante, soprattutto nella quotidianità.

Il rapporto Qualità/Prezzo è assolutamente interessante, visto che dal Produttore sono acquistabili a 7 euro per bottiglia, non sono Vini facili da reperire fuori dalla regione di origine, ma con un pizzico di buona volontà si riesce ad acquistarli senza problemi.

Per gli Amanti come me di questa tipologia non devono mai mancare Vini del genere in Cantina, perché sono in grado di far riconciliare l’anima di Appassionato con l’essenza del bere in modo semplice, spensierato, senza sofismi mentali, ovviamente con il buon senso e la moderazione che mai devono mancare.


Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.