Il 2013 di Spumantiway: 10 Vini da regalare e gustare

Scritto da | Pubblicato in spumanti Il 2013 di Spumantiway: 10 Vini da regalare e gustare

Quella di oggi è una puntata particolare di Spumantiway, farò una sorta di resoconto dell’anno 2013 raccontandovi quelli che ritengo i 10 Spumanti da “consigliare” ai lettori, scelti fra quelli Degustati durante l’anno nella rubrica, dando spazio a Metodo Classico, Martinotti e pure ai Vini frizzanti, coerentemente con la filosofia cardine di questo spazio interno a Vinoway. Premetto da subito che non sarà semplicemente un elenco formato prendendo i punteggi più alti che ho assegnato sui miei appunti di Degustazione, ma terrò conto anche di aspetti emozionali e di originalità, sempre considerando il prezioso rapporto qualità/prezzo, che ritengo assolutamente fondamentale quando si parla di Vino.

Ecco l’elenco, in rigoroso ordine casuale e non d’importanza:

CANTINA DEIDDA (Sardegna) – Metodo Classico Brut Riserva “Marzani”
Vernaccia – Nuragus, 36 mesi sui lieviti, circa 12 euro.
Indicato per chi vuole restare piacevolmente stupito Degustando un Metodo Classico prodotto in Sardegna, ottenuto con un uvaggio fra due Vitigni storicamente legati al Territorio di Oristano. Comparto olfattivo entusiasmante, s’inizia con una delicata profumazione di lieviti dalla connotazione piuttosto dolce, si prosegue con intensi sentori di frutta bianca matura, accompagnati da un’intrigante nota “ossidativa” che ricorda la Vernaccia di Oristano. Carattere gustativo intenso e “maschio”, con il comparto acido-sapido in ottima evidenza. Adatto a chi ama il Metodo Classico piuttosto potente e strutturato, da gustare nell’ambito di abbinamenti anche impegnativi. Energico e atipico.

COLLELUCE (Marche) – Vernaccia di Serrapetrona Docg “XXIV Canto”
100% Vernaccia Nera (passita), rifermentazione in autoclave, circa 18 euro a bottiglia.
Originale e suggestivo il suo profilo organolettico, i profumi sono uno degli aspetti più tipici di questo Vino, molto intensi e con una generale tonalità “austera”: humus, foglie bagnate, viola appassita, sottofondo dalle sfumature vegetali, note speziate. In bocca conferma la stessa tipicità percepita al naso, ingresso deciso e cremoso, bella struttura, ottima rotondità gustativa che accarezza il palato, garbata dolcezza che rende il sorso amabile (circa 54 g/l di residuo zuccherino), ben equilibrato dalla piacevole freschezza. Un Vino dalle variegate potenzialità di abbinamento, per esempio con carni in umido e formaggi stagionati, chi invece adora pasteggiare solo con i Vini secchi potrà destinarlo ad alcuni tipi di dolci, oppure da meditazione. Intrigante personalità gusto-olfattiva.

LA TUNELLA (Friuli Venezia Giulia) – Spumante Brut “ILMILLE” Millesimato 2011
50% Ribolla Gialla – 50% Pinot Nero, Metodo Martinotti “lungo” con 12 mesi sui lieviti, circa 12 euro.
Originale uvaggio fra un celebre Vitigno autoctono friulano e il nobile Pinot Nero. I profumi sono intensi e intriganti, si possono cogliere sentori vegetali e di erbe aromatiche, arricchiti da note balsamiche e un leggero tocco d’idrocarburo. A livello gustativo dimostra ottima gradevolezza di beva, molto equilibrato e con una piacevole cremosità che accarezza il palato. Un Martinotti adatto a chi ama gli Spumanti garbati e rotondi, dotati di ottima aromaticità e notevole gradevolezza di beva. Fine e piacevole.

VERCESI MARCO (Lombardia) – Igt Provincia di Pavia Rosso “Rubinio” 2012
50% Croatina – 30% Barbera – 20% Uva Rara, vinificazione in acciaio, circa 8 euro.
Strutturato, amabile e leggermente frizzante. Il comparto aromatico è di ottimo impatto grazie a profumi molto intensi dalla connotazione fruttata e floreale, con nitidi sentori freschi e fragranti di ciliegia, fragola, melograno, geranio e rosa. La grossa sorpresa si ha al momento dell’assaggio, ingresso intenso e caldo, da subito se ne apprezza l’ottima struttura a cui fa seguito il carattere amabile (residuo zuccherino circa 60 g/l) e leggermente frizzante, in grado di stupire il palato per il connubio originale di sensazioni che si percepiscono contemporaneamente. Entusiasmante la gradevolezza di beva. Eclettico e accattivante.

MENTI GIOVANNI (Veneto) – Vino Frizzante Naturale “Roncaie sui lieviti” 2012
100% Garganega, rifermentazione in bottiglia con mosto di Garganega passita, circa 7 euro.
Degustare dopo aver girato la bottiglia sotto sopra per consentire ai lieviti volutamente lasciati sul fondo di andare in sospensione in tutto il Vino, operazione che conferisce a questa tipologia un ulteriore tratto distintivo a livello organolettico. Nei profumi si coglie l’originalità che spesso viene riscontrata nei Vini definiti “col fondo”, tono piuttosto austero e incisivo, nitidi aromi agrumati di pompelmo, tono citrino marcato, forte connotazione minerale. Gusto intenso e deciso, sicuramente secco, tono frizzante calibrato, personalità piuttosto austera e singolare. Il comparto acido-sapido assume un ruolo di primaria importanza, con una freschezza assolutamente viva e una mineralità incisiva. Schietto e rustico.

CHIUSA GRANDE (Abruzzo) – Metodo Classico Bianco “D’Eus” 2011
Chardonnay – Pecorino – Montepulciano, 16 mesi sui lieviti, circa 15 euro a bottiglia.
Un Metodo Classico targato Abruzzo, frutto di un suggestivo uvaggio che unisce una varietà internazionale a due molte legate al Territorio di questa regione. Profumi intensi declinati su note di fiori bianchi e aromi vegetali, il tutto su un deciso sottofondo di stampo minerale. Uno Spumante dal carattere deciso e intenso, che però non eccede in potenza, se ne apprezzano l’equilibrio e la buona morbidezza, con un finale che lascia ampio spazio a una gradevole mineralità. Adatto a chi ama il Metodo Classico piuttosto strutturato, ma con un occhio di riguardo nei confronti della gradevolezza di beva e della versatilità di abbinamento. Originale e intrigante.

CAMOSSI (Lombardia) – Franciacorta Docg extra-brut Millesimato 2006
70% Chardonnay – 30% Pinot Nero, 36 mesi sui lieviti, circa 18 euro.
Questo Franciacorta è un esempio significativo di come può evolvere e durare positivamente nel tempo un Metodo Classico anche dopo 3 anni dalla sboccatura. I profumi sono molto intensi e si snodano su sfumature di pesca, melone, con una splendida mineralità che ricorda la roccia bagnata. Il sorso è intenso e dalla suadente morbidezza, setoso, ben secco, acidità ancora viva e un’eccellente mineralità che si esprime con una lunga scia sapida finale. Il tutto ottenuto con lavoro meticoloso in Vigna, rispetto della natura e nessun intervento in Cantina che alteri il frutto. Longevo ed elegante.

MURGO (Sicilia) – Metodo Classico Extra-brut 2005
100% Nerello Mascalese, 50 mesi sui lieviti, circa 18 euro.
Indicato per chi vuole confrontarsi con un Metodo Classico prodotto in Sicilia. Profumi intensi di lievito seguiti da intriganti sentori minerali, arricchiti da una leggera nota agrumata. In bocca dimostra subito il suo carattere deciso e senza compromessi, con un ingresso intenso, strutturato, dall’approccio gustativo decisamente secco, piacevole freschezza e un finale piuttosto lungo dove domina una complessiva sensazione di mineralità. Un Vino adatto agli amanti del Metodo Classico “duro e puro”, dove prevale il carattere “maschio” piuttosto che le rotondità gustative. Interessante la tenuta nel tempo poiché la sboccatura è avvenuta da più di 2 anni. Potente e incisivo.

CA’ DEL GE’ (Lombardia) – Oltrepò Pavese Metodo Classico Docg Brut 2007
100% Pinot Nero, 48 mesi sui lieviti, circa 8 euro a bottiglia.
Questo Vino merita anche il simbolico premio come miglior rapporto qualità/prezzo, inoltre incarna a livello organolettico un esempio di tipicità per quanto riguarda il Pinot Nero rifermentato in bottiglia dell’Oltrepò Pavese. Carattere gustativo piuttosto potente e deciso, comparto acido – sapido in ottima evidenza soprattutto per quanto riguarda la mineralità. Consigliato per chi vuole apprezzare il carattere del Pinot Nero dell’Oltrepò, a un prezzo davvero interessante in rapporto all’ottimo livello qualitativo espresso. Tipico e conveniente.

OPERA (Trentino Alto Adige) – Trento Doc Brut Millesimato 2008
100% Chardonnay, 36 mesi sui lieviti, circa 18 euro a bottiglia.
Un tipico esempio di Metodo Classico ottenuto in Trentino sfruttando le peculiarità dello Chardonnay in purezza. Profumi intensi con intriganti sentori di Pan di Spagna, fiori bianchi, elegante connotazione minerale. Il sorso dimostra subito il suo carattere equilibrato e fine, con una buona struttura che punta più sulla delicatezza e che non sulla potenza. Un Metodo Classico con cui si entra subito in sintonia, dove equilibrio e versatilità lavorano in funzione di una complessiva facilità di beva. Tipico e garbato.

Un augurio di cuore a tutti voi affinché possiate trascorrere momenti di grande serenità con le persone che avete nel cuore, magari sorseggiando un Vino che scaldi il vostro animo Enoico.

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *