Terroir

Brunello di Montalcino: uno dei più noti ed importanti terroir…

Nel vocabolario enogastronomico tante volte ci siamo imbattuti nell’ormai parecchio utilizzato, a volte anche in modo scorretto, termine francese “terroir” la cui pronuncia corretta è “teruàr” e molto probabilmente,...


Colli Berici: un palpito rosso tra la verde natura

Il Veneto, come una pietra preziosa, svela tra mare, valli, colline e monti le sue mille sfaccettature attraverso i colori, i profumi e i sapori legati al suo variegato...


TORCHIATO DI FREGONA: una storia di passione

Il Torchiato è un vino ottenuto da uve passite della tradizione enologica del comune di Fregona in provincia di Treviso, ma la sua produzione si estende nella zona collinare...


LIEVITI E MICRORGANISMI VERI RESPONSABILI DEL TERROIR

Il magazine scientifico “New Scientist”, la scorsa settimana, ha trattato il concetto di suolo e terroir.


Tokaji:la leggenda nel bicchiere

Il Tokaji un tempo era considerato il vino delle mense dei nobili, dei Papi e dei Re, come il “grande” Luigi XIV, detto il Re Sole, che dopo averlo...


Le potenzialità vitivinicole dell’Irpinia

Come tutti i racconti sulle origini, anche quella del popolo irpino inizia con una leggenda. Si dice, infatti, che il loro nome derivi da “hirpus”, parola osca (lingua degli...


Il terroir è vivo. Sono i microbi nel suolo, non…

Molte volte, secondo quanto emerge dagli studi condotti negli anni dal Centro Colture e Sperimentazioni CCS di Aosta, è proprio la microbiologia a caratterizzare il terroir. La simbiosi pianta-micorriza...


Primitivo – Merum di Puglia

Il Primitivo ci porta indietro nel tempo con aneddoti, storie vere e leggende rievocando viaggi ideali di un vitigno molto singolare, giunto in Puglia probabilmente grazie agli Illiri, popolo...


Il Pignolo un autoctono di classe

Si sa, la terra friulana è vocata per i vini bianchi; qui si esaltano vitigni internazionali ma anche molti autoctoni. E’ anche vero che ha subito diverse influenze, prima...


La Foodvalley d’Italia: l’Emilia

A nord di Bologna, troviamo  la foodvalley d’Italia, ovvero l’Emilia.