Monitoraggio Xylella : si dimette il Sub-Commissario ARIF Puglia, piove sul bagnato!

Scritto da | Pubblicato in fatti Monitoraggio Xylella : si dimette il Sub-Commissario ARIF Puglia, piove sul bagnato!

Cambia nuovamente una delle “teste del serpente” in ARIF e come nel vecchio videogioco “snake” la testa morde la coda.

 
Così si dimette Salvatore Piconese, nominato da circa un mese nel ruolo di Sub-Commissario ARIF per affrontare il problema del Monitoraggio Xylella e del suo avanzamento.

Viviamo oggi in chiave umana la quarantena degli ulivi della zona infetta e possiamo immedesimarci nelle loro radici. C’è solo un problema: senza le attività di Monitoraggio non ci sarà nessuna quarantena per gli Ulivi a rischio.

Immaginiamo cosa accadrebbe se un focolaio di COVID-19 non fosse contenuto dalle misure previste per legge e fosse lasciato in totale abbandono.

È il rischio che oggi affrontano migliaia di ettari olivetati a causa della Xylella Fastidiosa, batterio che agisce sul sistema linfatico della pianta e si trasmette attraverso l’insetto Sputacchina.

Non è una novità per l’Agenzia Regionale per le attivita’ Irrigue e Forestali il cambio di dirigenza che dal 2016 si è vista destituire numerosi commissari e vice.

Questa volta, però, il rischio si amplifica. La Primavera è il periodo del ciclo biologico dell’insetto vettore in cui si schiudono le uova deposte nell’estate precedente, dando origine alla famosa “bava” composta dalla nuova generazione dell’insetto.

L’arresto del monitoraggio, ma soprattutto il blocco delle attività di abbattimento delle numerose piante rinvenute infette, rischia di diffondere il batterio in maniera esponenziale.

In questo periodo di difficoltà nazionale l’ultima cosa che ci aspettiamo è l’abbandono del settore dell’agricoltura e olivicoltura pugliese.

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *