Premio Terre del Negroamaro: Marco Mascellani Ambasciatore del Negroamaro

Scritto da | Pubblicato in fatti Premio Terre del Negroamaro: Marco Mascellani Ambasciatore del Negroamaro

Marco Mascellani ha ricevuto, lo scorso 23 Settembre, il Premio di Ambasciatore Terre del Negroamaro durante la manifestazione “Premio Terre del Negroamaro”.

 
Ambizioso Premio, che Vinoway Italia ha curato nelle ultime due scorse edizioni, che si tiene nella bellissima cittadina di Guagnano (Le).

Enologo di fama nazionale, nel 2019 è stato considerato Miglior Giovane Enologo dall’Associazione Culturale e di Promozione Vinoway Italia e il prossimo 3 Ottobre, durante la Vinoway Wine Selection 2022, sarà uno dei protagonisti della più grande Master Class mai realizzata nel mondo del vino italiano.

Sarà uno dei docenti  di enologia della Vinoway Academy, la nuova piattaforma online che verrà rilasciata il prossimo Dicembre.

Queste le dichiarazioni di Marco Mascellani:“Ricevere il premio di Ambasciatore Terre del Negroamaro è una cosa che mi inorgoglisce molto e la vivo al tempo stesso sia come un privilegio e che come un’importante responsabilità. È un riconoscimento frutto di tanti anni di lavoro su questo vitigno che può essere considerato il vitigno principe del Salento.

Una varietà unica nelle sue caratteristiche di versatilità. Si presta infatti alla produzione di vini con caratteristiche anche molto diverse tra loro: dalle bollicine ai rosati (di cui è un indiscusso eccellente interprete), dai rossi giovani fino a rossi strutturati destinati a lunghi periodi di invecchiamento, fino all’ottenimento di vini provenienti da uve sovramature.

Mi rende particolarmente orgoglioso perché io da questa terra sono stato adottato.

Il fatto che abbiano deciso di dare a me questo riconoscimento è segno che le integrazioni tra territori non solo funzionano, ma possono essere un importante valore aggiunto. A distanza di anni posso dire che la mia condizione è stata ottimale perché mi ha permesso di approcciarmi alla lavorazione di questo vitigno senza preconcetti. Ho ascoltato tutti quelli con più esperienza di me ma senza quella sensazione di difficoltà nel mettere in discussione qualsiasi voce. Questo approccio è diventato il mio credo nel lavoro.

È anche una responsabilità perché sento ancor più vivo l’impegno di continuare nella strada della ricerca e sperimentazione. Questo è l’unico modo che abbiamo per continuare a far crescere il territorio salentino attraverso il vitigno che meglio lo rappresenta”.

Vinoway Italia augura a Marco tutto il successo che si merita.

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *