Paestum Wine Fest 2024: business, opportunità e comunicazione

Scritto da | Pubblicato in eventi, vino Paestum Wine Fest 2024: business, opportunità e comunicazione

Il countdown è ufficialmente iniziato per il Paestum Wine Fest 2024, il salone enogastronomico che si prospetta come un’esperienza indimenticabile per gli amanti del vino e degli spirits. La tredicesima edizione, in programma dal 23 al 25 marzo presso lo storico ex Tabacchificio NEXT di Borgo Capasso di Paestum (Salerno), si presenta come un evento di rilevanza nazionale ed internazionale, patrocinato dal Ministero del Turismo e dal Ministero dell’Agricoltura della Sovranità Alimentare e delle Foreste.

A guidare l’organizzazione Angelo Zarra, ideatore del festival, insieme ad Alessandro Rossi, direttore dell’evento, Matteo Zappile, Official Brand Ambassador ‘Paestum Wine Fest 2024’, Melania Battiston, Brand Ambassador Europa, Charlie Arturaola, Brand Ambassador U.S.A., con il supporto scientifico di Domenico Apicella, docente di Diritto del Turismo e della comunicazione e Luciano Pignataro, riconosciuta firma del giornalismo di settore. Una collaborazione sinergica che promette di elevare l’evento a nuovi livelli di eccellenza.

La manifestazione, giunta alla sua tredicesima edizione, si presenta con una prospettiva innovativa, aprendosi a una platea sempre più ampia di professionisti e operatori del settore enogastronomico. Il programma, ricco di contenuti di alta qualità, promette un’esperienza coinvolgente grazie alla partecipazione di opinion leader autorevoli e alla presentazione di trend e novità del settore vitivinicolo.

La partnership rinnovata con Milano Wine Week, Vinoway, Decanto, Spirito Autoctono Media e Bartender Accademy, unita alla convenzione con la Salerno Wine Week, evidenzia la rete di collaborazioni strategiche che contribuiscono al successo dell’evento.

Il “Fuoriprogramma” ha già regalato emozioni, assegnando il “Premio speciale per l’impegno profuso nell’arco della carriera per lo sviluppo dei vini di qualità nel Sud Italia” ad Antonio Fumarola e il riconoscimento a Rocco De Angelis come “Brand Ambassador Spirits”. La cerimonia di premiazione durante l’evento sarà il momento clou per celebrare altre personalità di spicco del panorama enologico.

La tredicesima edizione si caratterizza per la creazione della “Paestum Limited Edition” e l’inaugurazione del prestigioso “Wine Club – Paestum Wine Fest” in collaborazione con la Cantina San Salvatore 19.88 di Giuseppe Pagano, offrendo ai partecipanti un’esperienza esclusiva e raffinata.

Il programma scientifico include talk, masterclass e incontri con cantine e distributori italiani, offrendo una panoramica completa del settore. I “Monitor” apriranno il festival con discussioni approfondite su tematiche quali “Vino e mercati, la percezione del Sud”, “Il futuro enologico”, “Analisi commerciale del comparto vino italiano nel mondo”, e “Spiriti raffinati: i distillati tra passato, presente e futuro”.

Le masterclass, condotte da esperti del calibro di Vania Valentini, Eros Teboni, Antonella Amodio e Charlie Arturaola, offriranno approfondimenti su Champagne, vini internazionali e autoctoni, vigneti metropolitani e altri argomenti di rilevanza.

Il Paestum Wine Fest 2024 si concluderà con una giornata intensa, includendo temi come “God Save The Barolo” e “Brunello di Montalcino”, per terminare con la presentazione esclusiva della Tequila Clase Azul, un momento unico nel panorama europeo.

La manifestazione si configura come un’opportunità imperdibile per chiunque voglia immergersi in un mondo di sapori, conoscenze e relazioni nel cuore della rinomata tradizione enologica italiana. Un viaggio nell’eccellenza enogastronomica che lascia presagire tre giorni di pura magia per gli appassionati di vino e spirits.

Alessandro Rossi ha così dichiarato:” Credibilità, brand e azienda come generatori da inserire in uno stesso contenitore. La credibilità si costruisce nei salotti, il brand attraverso il marketing e la comunicazione, l’azienda sul marciapiede. Il marciapiede non ha aula di insegnamento. Comunicazione e business vanno di pari passo, il collante è il coraggio, in Italia come all’estero. Questa edizione del Paestum Wine Fest sarà un primo passo verso uno sviluppo dell’evento sempre più votato al business”. 

Il Paestum Wine Fest 2024 si proietta verso il futuro con cifre straordinarie e con un’entusiasmante crescita, anticipando un’edizione memorabile. Con oltre 20.000 presenze già registrate, 500 cantine espositrici, e la partecipazione di 30 consorzi, il festival si conferma come uno degli eventi enogastronomici di maggior rilievo nel Centro e Sud Italia.

L’impatto mediatico si fa sentire non solo a livello nazionale, ma anche oltre i confini. Grazie a una massiccia presenza online, i canali di comunicazione delle principali piattaforme social media in Italia e all’estero hanno registrato una portata straordinaria. Con circa 7 milioni di utenti raggiunti, il festival ha catturato l’attenzione di un vasto pubblico, contribuendo a posizionare il Paestum Wine Fest come un evento di rilevanza internazionale.

La presenza degli oltre 100 attori della comunicazione, tra giornalisti, influencer, YouTuber e decision makers, ha contribuito a plasmare una narrazione avvincente e autentica intorno all’evento. Quest’anno, la manifestazione accoglierà importanti chef, ristoratori e sommelier stellati, consolidando la sua reputazione come punto di riferimento per i professionisti del settore enogastronomico.

La sinergia tra esperienza sensoriale e presenza digitale rende l’evento un vero e proprio catalizzatore di tendenze e innovazioni nel mondo del vino e degli spirits. La combinazione di cifre impressionanti e la partecipazione di personalità di spicco conferma che il festival non è solo un’occasione per degustare vini pregiati, ma anche un palcoscenico dove si incontrano tradizione e modernità, creando un legame indissolubile tra il passato e il futuro dell’enogastronomia.

Angelo Zarra dichiara che:” “L’ago della bussola punta al business, non è più tempo di poesie. L’obiettivo principale della manifestazione è valorizzare il sistema vitivinicolo, creando spazi appositamente concepiti per esaltare le qualità sensoriali ed emozionali del vino, all’interno di un contesto propizio alle relazioni e agli affari. Le più prestigiose aziende vitivinicole italiane e internazionali si uniranno per offrire al pubblico un’esperienza sensoriale coinvolgente, arricchita da un supporto culturale di alto livello.

Grazie alla partecipazione di singoli produttori, i veri protagonisti del Paestum Wine Fest,  e delle realtà più affermate del panorama del mondo vitivinicolo, continuiamo a lavorare per offrire vetrina unica alle aziende delle produzioni di qualità italiane che vogliono entrare in contatto con i professionisti vino, nazionali e internazionali. L’evento ospiterà momenti di formazione ed educazione con un programma ampio fatto di degustazioni tecniche, presentazioni legate all’enoturismo e una lunga lista di punti d’assaggio. Questi momenti di approfondimento culturale saranno guidati da esperti di fama internazionale, presentando vini d’eccellenza provenienti da tutto il mondo. Orgogliosamente, quest’anno, abbiamo aperto una porta di dialogo anche con i giovani che rappresenteranno la futura imprenditoria. E’ nostra responsabilità creare una piattaforma di lancio stabile per l’Italia del vino che vuole arrivare ovunque”. 

Tag