Da separatismo incubo boicottaggio per ‘bollicine’catalane

Scritto da | Pubblicato in cronaca Da separatismo incubo boicottaggio per ‘bollicine’catalane

5,5 milioni di bottiglie in meno di Cava vendute nel 2012.
Torna l’incubo del boicottaggio in Spagna al Cava catalano, il vino frizzante locale, a causa della sfida indipendentista dei partiti nazionalisti, CiU ed Erc, alla guida della Generalitat.
Il solo gruppo Freixenet, un impero che fattura 500 milioni di euro l’anno, ha ridotto le vendite di un milione di bottiglie in Spagna nel 2012, mentre la riduzione delle vendite complessiva è stata di 5,5 milioni di bottiglie, secondo le stime del Consorzio regolatore del Cava.
Nei primi due anni del governo CiU-Esquerra Repubblicana, il gruppo catalano ha perduto 13,8 milioni di bottiglie nelle vendite nazionali, a favore dei Cava di regioni come la Rioja, Estremadura o Valencia. José Luis Bonet, presidente di Freixenet e del Foro di marchi rinomati spagnoli, ha ammesso nei giorni scorsi che “effettivamente c’è un boicottaggio nel Paese” al Cava prodotto dalla sua compagnia, ma ha sottolineato che il mercato spagnolo riguarda solo il 20% della produzione e si è detto più preoccupato della “crisi del consumo che del boicottaggio”.

Fonte: ansa.it

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *