Ecco il sommelier del pomodoro,va costruita cultura dell’oro rosso

Scritto da | Pubblicato in curiosità Ecco il sommelier del pomodoro,va costruita cultura dell’oro rosso

Arriva ‘sommelier del pomodro’, progetto Mutti con chef Jre

C’è pummarola e pummarola, e uno dei prodotti-principe della Dieta Mediterranea merita valorizzazione, anche per consentire acquisti più consapevoli nella scelta tra polpa, passata, e concentrato. Da oggi grazie a una collaborazione tra Mutti, leader nella produzione di pomodoro trasformato, e la sezione italiana dei Jeunes Restaurateurs d’Europe (Jre) che riunisce 83 talentuosi cuochi under 40, nasce il ‘sommelier’ del pomodoro. Il progetto che punta a “costruire una cultura del pomodoro trasformato che ancora manca in Italia e a creare una nuova figura di intenditore, capace di valorizzare i diversi prodotti, orientandone il migliore utilizzo in cucina” è stato presentato da Mutti nello show cooking, a Milano, dei tre chef Jre, Marianna Vitale (Napoli), Filippo Saporito (Siena) ed Eros Picco (Milano).

 

Il 4 novembre scorso, dieci chef Jre, provenienti da diverse regioni d’Italia, sono stati invitati a Parma per incontrare i responsabili della ricerca e sviluppo e dei rapporti con le parti agricole di Mutti. Industria alimentare e professionisti del palato si sono confrontati, ha precisato Mutti, “aprendo una riflessione profonda sul pomodoro da industria, per conoscere meglio tre prodotti classici della tradizione italiana (polpa, passata e concentrato), comprenderne la provenienza e la lavorazione, tracciarne una nuova identità gustativa e suggerirne un miglior utilizzo in cucina al grande pubblico”.

 

Il risultato di questo primo confronto sono alcune linee guida sui tre prodotti classici, che grazie alle esperienze e considerazioni degli chef, spiega come abbinare e usare al meglio l’oro rosso, nelle sue versioni commerciali: polpa, passata, e concentrato. ”Abbiamo voluto offrire l’occasione per rivalutare un prodotto straordinario del Made in Italy” conclude Francesco Mutti, Ad di Mutti Spa “e creare in tutti coloro che cucinano a casa, da Nord a Sud, una maggiore consapevolezza del suo valore gastronomico, oltre che economico e salutare”.

 

Ecco un vademecum alla scelta del pomodoro trasformato:

 

– La Polpa è un prodotto semicrudo, che rappresenta un’ottima base per tutte le preparazioni che richiedono l’uso del pomodoro crudo estivo. La sua immediatezza e vivacità la rendono ideale nelle cotture brevi, nelle preparazioni a base di pesce e nei piatti tendenzialmente grassi, dove conta la componente di freschezza e leggera acidità.

 

– La Passata con la tipica densità cremosa e una spiccata nota dolce ha ottenuto un consenso goloso. Si può utilizzare come prodotto finito per le ricette dove il sapore di pomodoro è predominante e per preparazioni a cottura breve, come vellutate e creme. E’ suggerita anche per preparazioni complesse, come gelatine, pellicole e coulis.

 

– Il Concentrato riesce a conservare una grande intensità di sapore e vivacità con una densità altissima, a cui si aggiunge un importante elemento cromatico. Consigliato spesso in “purezza”, senza cottura, per intingoli, salse fredde e come condimento, si rivela strategico in cucina per addensare e colorare naturalmente, rafforzando il gusto.

fonte: ansamed.info
Ufficio Stampa Vinoway > [email protected]

Tag

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *